INVESTOR LOGIN

Newronika (deep brain stimulation) receives first financing round of €1.7 M

14June

Newronika (deep brain stimulation) receives first financing round of €1.7 M

Milan, June 14th 2016 – Newronika, an innovative medtech startup specializing in neuromodulation therapies, has received a first financing round totalling €1.7 M from a group of investors led by Innogest SGR Spa, together with Atlante Ventures, VC arm of the Intesa Sanpaolo Group, and F3F SpA, investment company owned by Laura Iris Ferro.

The company is a spin-off from Fondazione IRCCS Ca’ Granda in Milan and the University of Milan and its technology is based on the scientific researches held by Prof. Alberto Priori, a pioneer in methods for neurostimulation of the central nervous system, and Lorenzo Rossi, a PhD in bioengineering and second time entrepreneur.

Newronika has developed an innovative, patented technology for deep brain stimulation (DBS) to treat patients suffering from Parkinson’s disease with a feedback system known as the “closed loop“. This is the first system capable of recording patient’s brain activity from standard electrodes and modulating neurostimulation in real time, on the basis of the fluctuations of the Parkinson’s disease and therefore adjusting stimulation on the basis of patient’s conditions in every momen of the day.

Parkinson’s disease is a degenerative brain disease that affects around 1-2% of the population over the age of 65, equal to more than 4-5 million people worldwide, a number expected to double by 2030. Patients affected by Parkinson’s disease are now primarily subjected to drug therapy (Levodopa), which however loses its effectiveness over time. DBS stimulation increases control over the effects of the disease in the advanced stage, when the motor fluctuations become more evident.

Compared to standard DBS systems available today, Newronika’s technology aims to increase clinical efficacy of the stimulation and obtain substantial improvement in the patient’s motor skills. It increases the stimulation intensity when the pharmacological effect is not sufficient to counteract the motor symptoms of the diseases and reduces or even turns off the stimulation when no symptoms arise, thereby avoiding or reducing a side effect of DBS known as dyskinesia.

Newronika has completed an initial feasibility and safety study on humans involving 17 patients, the results of which are currently being published.

The company plans to use the investment to continue clinical studies and finalise the development of the final version of the implantable device, and then proceed with the completion of the regulatory clinical pathway.

«Newronika was the first to develop a highly innovative closed-loop DBS technology that is eagerly awaited by the clinical world, a goal that the leaders in this market have been chasing for years», said Claudio Rumazza, partner to Innogest. «With our support and thanks to the completion of the team, Newronika is now well positioned to bring the next-generation DBS to market, significantly improving the clinical efficacy of this treatment».

«We have appreciated the first clinical results developed by an excellent team of doctors and engineers», said Luca Binda, Investment Manager for Atlante Ventures. «Our goal is to help make this technology the new neurostimulation standard for treating Parkinson’s disease».

 

§

 

Milano, 14 giugno 2016 – Newronika, startup innovativa nel settore medicale specializzata nelle terapie di neuromodulazione, ha ricevuto un primo round di investimento per 1,7 milioni di euro da un gruppo di investitori guidato da Innogest SGR Spa, insieme ad Atlante Ventures, fondo del Gruppo Intesa Sanpaolo, e F3F SpA, la società di investimento di Laura Iris Ferro.

La società, spin-off della Fondazione IRCCS Ca’ Granda di Milano e dell’Università degli Studi di Milano, nasce dalla ricerca del prof. Alberto Priori, pioniere nelle metodiche di neurostimolazione del sistema nervoso centrale, e di Lorenzo Rossi, PhD in bioingegneria e imprenditore alla sua seconda startup.

Newronika ha sviluppato una tecnologia innovativa e brevettata per la stimolazione cerebrale profonda (Deep Brain Stimulation, DBS) per il trattamento di pazienti affetti da malattia di Parkinson con un sistema di retroazione conosciuto come “closed loop”. Questo sistema è capace di registrare l’attività cerebrale del paziente e modulare in tempo reale la neurostimolazione, sulla base delle fluttuazioni del Parkinson e dunque in funzione delle condizioni del paziente in ciascun momento della giornata.

La malattia di Parkinson è una patologia degenerativa del cervello che colpisce oggi circa l’1-2% della popolazione al di sopra dei 65 anni, pari a più di 4-5 milioni di persone nel mondo, un numero destinato a raddoppiare entro il 2030. I pazienti affetti da malattia di Parkinson oggi vengono sottoposti in primis a terapia farmacologica (Levodopa), che tuttavia perde di efficacia nel tempo. L’impianto di stimolatori DBS permette di aumentare il controllo sugli effetti della malattia in fase avanzata, quando le fluttuazioni motorie diventano più evidenti.

A differenza dei sistemi oggi disponibili, la tecnologia di Newronika punta ad aumentare l’efficacia clinica della DBS e ottenere un sostanziale miglioramento delle capacità motorie del paziente, aumentando l’intensità quando l’effetto farmacologico non è sufficiente a contrastare i sintomi motori del Parkinson e riducendola o addirittura spegnendo lo stimolatore quando invece essa si sovrapporrebbe all’effetto dei farmaci, così da evitare uno degli effetti collaterali della DBS conosciuto come discinesia.

Ad oggi Newronika ha completato un primo studio di feasibility e safety sull’uomo, che ha coinvolto 17 pazienti, i cui risultati sono in corso di pubblicazione.

La società prevede di utilizzare il round di investimento raccolto per continuare gli studi clinici e finalizzare lo sviluppo del dispositivo impiantabile nella sua versione finale, per procedere poi con il completamento del percorso clinico regolatorio.

«Newronika è riuscita per prima a sviluppare una tecnologia DBS closed-loop estremamente innovativa e molto attesa dal mondo clinico, un obiettivo che i leader in questo mercato inseguivano da anni», ha dichiarato Claudio Rumazza, partner di Innogest. «Con il nostro supporto e grazie al completamento del team, Newronika è ora posizionata in modo ottimale per portare sul mercato la nuova generazione di DBS, migliorando in modo significativo l’efficacia clinica di questo trattamento».

«Abbiamo apprezzato i primi risultati clinici sviluppati da un eccellente team di medici e ingegneri», ha dichiarato Luca Binda, Investment Manager di Atlante Ventures. «Il nostro obiettivo è contribuire a rendere questa tecnologia il nuovo standard di neurostimolazione della malattia di Parkinson».

Posted on 14 Jun 2016  , ,