INVESTOR LOGIN

Com’è andato il secondo incontro #discoverfood, con Faceat e La Comanda

05April

Com’è andato il secondo incontro #discoverfood, con Faceat e La Comanda

Lunedì sera a #discoverfood, ospiti di Talent Garden Milano-Merano, abbiamo incontrato due approcci molto originali alla food delivery. Da un lato Fanceat, startup torinese che consegna in tutt’Italia kit di ingredienti pronti per essere trasformati in ricette di alta cucina. Dall’altro Click’n Pizza, un piccolo dispositivo realizzato dal team di La Comanda da attaccare al frigorifero di casa per ordinare la pizza con un clic.

«Noi riempiamo un vuoto tra la classica consegna del prodotto pronto e l’alta ristorazione gastronomica», ha spiegato Tommaso Cremonini, Ceo di Fanceat. «La delivery classica non è sempre percepita come scelta di qualità, mentre il ristorante stellato preferisce non consegnare a domicilio per non abbassare il livello dei piatti. Prendiamo le ricette e gli ingredienti dai ristoratori di qualità e portiamo ai clienti il tutto, preparato, dosato e spiegato in foto e in video, per dare loro la soddisfazione di realizzare una ricetta stellata a casa propria». Una confezione di cartone e polistirolo espanso, messa a punto a più riprese nei mesi scorsi, garantisce la conservazione degli ingredienti durante la consegna, che avviene in giornata a Torino e Milano ed entro 48 nel resto d’Italia.

«Il nostro è un pulsante magico: combina l’Internet of Things con la consegna a domicilio, mettendo in comunicazione diretta il cliente con la sua pizzeria o il suo ristorante preferito», ha esordito Carlo Brianza, fondatore di La Comanda. «Noi facciamo hardware e software, ma mettiamo a disposizione dei ristoratori uno strumento potente di brand awareness e di marketing diretto, che sfrutta l’impulsività d’acquisto e può diventare veicolo preferenziale per offerte su misura. Tutti ormai hanno un’app: il nostro invece è un dispositivo fisico che può differenziare il ristoratore, eliminando la concorrenza».

 

fanceat  clicknpizza  discoverfood2

 

Incalzati dalle domande di Stefano Molino di Innogest e di Ivan Farneti di Seedcamp, Cremonini e Brianza hanno condiviso l’esperienza maturata fino a questo punto e proiettato qualche sguardo sulle loro strategie per il futuro. In entrambi i casi il ristorante è considerato il tramite principale per raggiungere il cliente e avvicinarlo al prodotto. Nel caso di Fanceat, in particolare, nel corso del dibattito è emersa l’opportunità di inseguire partnership con le più popolari trasmissioni legate alla cucina, per aumentare i volumi di vendita, far conoscere più velocemente il prodotto e abbassare il costo di acquisizione cliente.

Un’altra sfida per Fanceat è convincere i clienti a ordinare più spesso: «Il nostro cliente compra già con frequenza alta, circa una scatola al mese. Intendiamo aumentare l’offerta di ricette e conoscere ancora meglio le esigenze dei nostri clienti, per promuovere il riacquisto dei menu, che costano tra i 19,90 ai 45 euro a porzione, ha dichiarato Cremonini. «Click’n Pizza è un dispositivo innovativo perché semplice, adatto in particolare ai mercati dove esiste già una cultura della consegna a domicilio, come quello statunitense, e quelli caratterizzati da alta ripetitività e da ampio ricordo al marketing diretto. Il prossimo che vogliamo testare è quello degli alimentari», ha aggiunto Brianza.

Per quanto riguarda il modello di business, Fanceat trattiene una percentuale sul transato, mentre La Comanda vende il servizio di attivazione e personalizzazione su misura di Click’n Pizza, mantenendo l’infrastruttura hardware e software, che tende a scoraggiare gli esercizi interessati, molto vicina al costo. Non è esclusa l’ipotesi di sussidiare l’hardware per accelerare la diffusione del dispositivo.

Il prossimo appuntamento davanti al caminetto di Talent Garden Milano-Merano è in programma è lunedì 2 maggio alle 19. Al centro della serata, come occasione di confronto della comunità del foodtech, sarà la filiera del vino.

#discoverfood è una serie di eventi organizzati da Talent Gardent Milano, campus della rete internazionale di co-working, insieme a Innogest, fondo italiano di Venture Capital italiano. Gli incontri si tengono ogni primo lunedì del mese e promuovono occasioni di incontro tra imprenditori, startupper, esperti e appassionati del settore foodtech, favorendo la circolazione di idee, best practice, esperienze e collaborazioni.

Posted on 05 Apr 2016  , , ,